Nov 30, 2017 - Senza categoria    No Comments

th5ARPG33AVa bene, tutto bene

e poi d’improvviso la sera

luci scivolano dall’alto, la città

si prepara al Natale, vento gelato,

fermata d’autobus, mio figlio sceglie regali,

strade vuote, sovrapposta l’immagine del mio tempo

affollato, riversati a fianco, come a sentire meno l’inverno

dalle labbra alito caldo, naso gelato, una spina indolenzisce

l’anima, occhi sfocati, annegati di lacrime. Il vuoto abbraccia la città

vanifica racconti, il passato appartiene a chi c’era, a nessun altro

ultima modifica: 2017-11-30T19:08:43+00:00da alissaventi5
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento